honey

Le compilation personalizzate nel 2012 si fanno con il crowdfunding

44 Flares Twitter 11 Facebook 30 Google+ 1 LinkedIn 0 Pin It Share 2 Email -- 44 Flares ×

Oggi ho fatto la mia prima donazione su KickStarter, il portale di crowdfunding più famoso del mondo. Decisamente poco geek essendo un sito online dal 2009.

Il progetto al quale ho donato una piccola quota è You Should Coproduce (The Birdies), si tratta della produzione di un disco (poco geek anche questo) del gruppo italo-americano Honeybird & The Birdies, che potete ascoltare su Grooveshark.

Come tutti i gruppi che fanno buona musica non possono essere associati ad un genere, ma dovessi azzardare parlerei di Crazy Funk. Non li conosco di persona ma li ho incrociati spesso in giro per la Capitale, in locali, festival, centri sociali, sobborghi.. buona musica, testi mai banali (utilizzando qualcosa come 6 lingue diverse) e fanno vero spettacolo, la loro cantante mette di buon umore anche stando in silenzio.

Il crowdfunding inizia quindi a prendere piede in Italia. Anche se da tempo qui da noi esistono realtà simili a KickStarter, come ad esempio Produzioni dal Basso che è attiva fin dal 2005 ed Eppela, molto più recente ma che ha trovato il favore di molti, questa l’intervista di Wired al fondatore  Nicola Lencioni.
A mio avviso queste realtà rappresentano il vero antidoto alla crisi: pensiamo al disco dei The Birdies, quante sarebbero le case discografiche disposte ad investire su di loro? Nessuna. Ma per fortuna loro, io e (al momento) altre 95 persone da piccoli sognavamo di fare i produttori di buona musica.

Rimangono 15 giorni per poterli aiutare ad arrivare a 6000$. Ci sono quasi. Dona anche tu..

UPDATE 25/05/2012
Hanno raggiunto l’obiettivo!! anzi hanno fatto meglio, raccogliendo 1263€ in più.
Adesso aspetto l’album..
 

 

About Mark Bartucca

Sono un blogger e un social media & web analyst, scrivo di social media, digital marketing e di argomenti legati all'innovazione e alla tecnologia.

Rispondi