GoogleVsFacebook

Facebook che copia Google che copia Facebook

6 Flares Twitter 0 Facebook 2 Google+ 2 LinkedIn 1 Pin It Share 1 Email -- 6 Flares ×

Il 15 Gennaio Facebook ha presentato al mondo Graph Search,  il motore di ricerca (interno) che Zuckerberg ha definito  rivoluzionario e che in molti si sono affrettati ad indicare come lo sfidante di Google.

Il titolo è ormai abusato, è non molto tempo fa era Google, con Google+, a sfidare Facebook.
Che i due colossi del web siano in competizione permanente è certamente nell’ordine delle cose, ma il commento più utilizzato riguardo la presentazione del Graph Search è stato questo

Si percepisce la stessa diffidenza che può dare la notizia “Ecco Surface l’anti-iPad di Microsoft“.

Mi è ritornato in mente l’effetto FOMO – Fear of Missing Out, ossia la paura di rimanere tagliati fuori, di cui avevo letto nemmeno un mese fa quando l’argomento caldo era che Twitter si fosse messo in testa di fare Instagram, e tra tutti gli articoli che lessi allora questo di Fabio Lalli, sul tema della convergenza evolutiva nei social network è quello che meglio descrive quanto sta succedendo.

Gli rubo la chiosa finale che vale una intera lezione di Social Media Marketing

E’ già successo, sta succedendo di nuovo con Twitter, Facebook, Instagram e succederà ancora: è fisiologico e tutto questo ha pro e contro. Da una parte genera un appiattimento delle piattaforme, dall’altra genera spazi verticali per nuove imprese e nuovi servizi maggiormente focalizzati sulla propria competenza e sul proprio valore.

About Mark Bartucca

Sono un blogger e un social media & web analyst, scrivo di social media, digital marketing e di argomenti legati all'innovazione e alla tecnologia.

Un commento su “Facebook che copia Google che copia Facebook

  1. Pings/Trackbacks La Settimana Web: MySpace, Graph search e fidanzate fake | Apprendista Geek | Mark Bartucca

Rispondi