good_morning_italia_applicazione

Good Morning Italia, l’app che ha commoso il web

6 Flares Twitter 0 Facebook 3 Google+ 1 LinkedIn 2 Pin It Share 0 Email -- 6 Flares ×

Il titolo è volutamente provocatorio  idiota, e se hai cliccato è il sintomo che dovresti abbonarti a Good Morning Italia.
Parlo di abbonamento perché per accedere al servizio c’è un piccolo costo mensile (o annuale) da sostenere, ma il primo mese è gratuito e senza impegno, per questo te ne parlo.

Iniziamo subito col dire che Good Morning Italia non è esattamente un’ applicazione, è più una newsletter che arriva comodamente su smartphone o tablet tramite la sua app dedicata, quindi fin qua suona come una banalità. In realtà è un ottimo lavoro di content curation e una delle applicazioni più utili che potessi installare sullo smartphone.

Perché Good Morning Italia è utile?

Fidel Castro bandiera cuba

Fidel Castro

Sai quante volte è morto Fidel Castro nel 2014? Almeno tre.
Ogni quattro mesi, da qualche anno a questa parte, muore e poi invece “non era vero!”. Sarà che a furia di darlo per morto gli allunghiamo la vita, sarà che ha trovato le sfere del drago di Goku ma il poro Fidel è ancora vivo.

Con questo post non voglio aprire il discorso sulla qualità della stampa italiana, se di qualità possiamo parlare, ma voglio invece concentrarmi sulla qualità della vita del lettore medio di news.

Oggi siamo immersi in un flusso continuo di notizie, tutto è clamoroso, tutto è incredibile, tutto commuove il web, tutto è stato asfaltato, insomma se tutto è una notizia niente è una notizia.

Chi legge non è più l’obiettivo dell’informazione, fosse anche l’informazione partigiana e ideologica dei giornali di partito.
Il lettore è oggi il terreno di scontro nella guerra dei click [tweetta questa frase].
I quotidiani e in generale i siti d’informazione, che siano di grandi o piccoli gruppi editoriali, puntano al nostro click piuttosto che alla nostra attenzione, ed il problema è che in questa trappola il lettore medio (io sono tra questi) ci casca sempre.

A questo punto entra in gioco l’idea che sta alla base di Good Morning Italia: asciugare la marmaglia di notizie che invade le nostre timeline e la nostra attenzione.

Come funzione Good Morning Italia?

Screenshot_2015-03-12-01-55-01

Schermata App – Good Morning Italia

Good Morning Italia, come già detto, è una newsletter giornaliera che si pone l’ingrato compito di presentare al lettore “solo le notizie che contano” ogni mattina, generalmente tra le 7 e le 8, direttamente sullo smartphone o tablet (ma anche via email).

Una redazione composta da ottimi e giovani giornalisti seleziona tra le più interessanti notizie di politica, economia e principali trend di discussione, evitando fin dove possibile di tenere fuori dal riassunto giornaliero gli “a lupo a lupo”.
Ogni notizia è quindi introdotta con un breve commento esplicativo e arricchita dal link alla fonte che lo ha trattato meglio, sia nazionale che internazionale (ma solo se necessario).

Clicca qui per vederne un esempio

Come iscriversi e quanto costa?

Per iscriversi basta andare sul loro sito o scaricare l’applicazione da Play Store o Apple Store, e seguire le istruzioni fino al metodo di pagamento. Il primo mese è gratis, poi si può scegliere tra l’abbonamento mensile a 1,99 € (6 centesimi al giorno) e quello annuale a 17,99 € (meno di 5 centesimi al giorno), e se proprio sei un drogato dello stare sul pezzo potresti usufruire dell’abbonamento speciale a vita(!) a soli 49,99 €.

Qualcosa da migliorare nell’app

Mentre il servizio in se è molto utile e ben gestito, l’applicazione utilizzata per fornirlo necessita di qualche miglioramento.
In particolare sono tre gli elementi che mancano per renderla una applicazione definitiva:

  1. il pinch to zoom nel testo, necessario per usufruirne bene su smartphone ed ovviare la scarsa ottimizzazione di alcuni siti
  2. sistemare il tasto per la condivisone, non funziona bene, soprattutto quando si sta navigando negli articoli,
  3. l’app non permette di aprire la versione desktop dei siti, e sappiamo bene quanto sia importante poterlo fare su alcuni quotidiani

Io al momento ho fatto due mesi e devo dire che il servizio offerto è molto interessante e funziona piuttosto bene, sono aggiornato quotidianamente sulle notizie principali e la mattina ho più che dimezzato il tempo speso a ricercare le notizie più interessanti.

Se la provi fammi sapere la tua opinione, intanto di seguito trovi le mie valutazioni su gli aspetti più importanti

Rispondi