Il Zeitgeist del principale motore di ricerca in Cina

Il Zeitgeist di Baidu: statistiche e trend dal principale motore di ricerca cinese

25 Flares Twitter 18 Facebook 4 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 1 Email -- 25 Flares ×

Il Zeitgeist di Google è sempre molto atteso, perché meglio di qualsiasi  altro strumento racconta le tendenze e le informazioni a cui siamo più interessati durante l’anno: lo “spirito del tempo”, se vogliamo tradurre dal tedesco la parola Zeitgeist.
Dei risultati dell’edizione 2013 ne hanno dibattuto come ogni anno  a dicembre blog e giornali di ogni sorta.

Ma, visto che il 31 Gennaio si festeggia il Capodanno Cinese 2014  è interessante andare a vedere un altro Zeitgeist: quello di Baidu, il principale motore di ricerca in Cina, e quinto sito più visitato al mondo.
Globalmente si tratta del secondo più grande motore di ricerca dopo Google, con una Market Share del 19%. In Cina, invece, arriva al 63% del mercato con più di 200 milioni di utenti unici. 

Il Zeitgeist del principale motore di ricerca in Cina

Questi duecento milioni di utenti fanno delle ricerche molto interessanti, molto. Infatti sono rimasto sorpreso nello scoprire che la classifica delle 10 keywords più utilizzate su Baidu nel 2013 è dominata dalla  letteratura fantasy:

TOP 10
1. Weather
2. Taobao
3. Wu Dong Qian Kun
4. The Tang Door
5. Mang Huang Ji
6. Zhe Tian
7. Double Chromosphere
8. Baidu
9. Da Zhu Zai
10. Qzone

Cinque dei 10 termini più utilizzati nel 2013 (‘Wu Dong Qian Kun,’ ‘The Tang Door,’ ‘Mang Huang Ji,’ ‘Zhe Tian’ and ‘Da Zhu Zai’) sono tutti correlati al mondo della letteratura. In particolare si tratta di racconti online che possono essere letti su diversi siti, come ad esempio Qidian.com.

Due termini interessanti dal punto di vista marketing sono invece Taobao (ecommerce) e Qzone (social network). Ma è il meteo (weather) a conquistare la prima posizione, e la notizia non sorprende visto che il cielo azzurro da quelle parti possono vederlo solo in un ciclopico maxi-schermo.

Tra le curiosità più divertenti c’è la parola Tuhao che ricopre la prima posizione nella classifica dedicata ai meme, e che tradotto in soldoni identifica i truzzi d’Oriente, quelli cioè che adorano esibire la propria ricchezza e avvenenza ma che in realtà sono degli squattrinati.

Mentre tra i trend culturali spicca The Voice of China, si avete capito bene. Chissà di che colore ha i capelli la Raffaella Carrà della versione cinese.

Curiosi di leggere il resto? Su chinainternetwatch.com trovate i risultati completi in inglese.

Rispondi